Verso un nuovo modello di leadership. Adesso sì.

I nostri modelli di leadership vanno rifondati.

Lo affermano ormai da decenni i massimi esperti, senza che nulla cambi: il leader carismatico, il deus ex machina onnipotente, il trascinatore visionario continua a prosperare nelle realtà organizzative.

Il 2020 sarà ricordato a lungo, per diverse ragioni, molte delle quali negative fino al catastrofico. Un aspetto fecondo di questa crisi è però lo scardinamento di un tipo di leadership che nell’emergenza si è definitivamente dimostrato inefficace e inadeguato. Anche in ambito strettamente organizzativo, è davvero tempo di guardare avanti, con senso di realtà e inventiva allo stesso tempo.

In questi mesi anche noi abbiamo osservato, studiato e immaginato. Ne è emersa una visione, un traguardo ragionato a cui i leader di domani devono secondo noi aspirare. Oggi abbiamo a che fare con un cambiamento che coinvolge le nostre convinzioni più profonde e la nostra visione del mondo. Il nuovo modello di leadership di Awair rispecchia questa evoluzione: una radicale trasformazione di mentalità, che parte dall’individuo per allargarsi alle organizzazioni e alla società nel suo complesso. La nostra aspirazione è quella di accompagnare le persone e i team in questo emozionante viaggio di trasformazione esistenziale.

I 4 fattori di base della nuova leadership

Futures thinking

Operare nel cambiamento

Leggi di più

Parliamo di curiosità, della capacità di pensare in termini di quadro generale, di «unire i puntini» in modo da creare una cornice interpretativa credibile, ancorché provvisoria, che a sua volta consenta di formulare un’ipotesi di lavoro realistica.

Agile to action

Responsabilità distribuita

Leggi di più

I metodi e i team agili si basano su un approccio disciplinato di project management che incoraggia auto-organizzazione e responsabilità, una frequente rivalutazione e un riadattamento continuo.

Inclusion & compassion

Sentire la connessione

Leggi di più

Ora che il mondo VUCA si è definitivamente materializzato nella vita di tutti, chiunque si trovi in una posizione di leadership ha capito quanto sia difficile (e inutile) provare a mantenere un atteggiamento di leadership «forte». Il che non significa sostituirla con una «debole». Piuttosto, il contrario.

Awareness & presence

Vivere nell’attimo presente

Leggi di più

Mostrare empatia e compassione verso gli altri è difficile se prima non ci sintonizziamo all’interno per comprendere le nostre emozioni e paure, assimilarle e imparare a prenderci cura di noi stessi.

Le proposte per il nuovo millennio

L’ispirazione

Nel 1984 Italo Calvino fu invitato dall’Università di Harvard a tenere alcune conferenze agli studenti. Ne nacquero le celebri “Lezioni americane”, pubblicate postume in italiano e nate in inglese con il titolo “Six Memos for the Next Millennium”.

Nelle sue sei proposte per il nuovo millennio, Calvino parla di “valori o qualità o specificità della letteratura che mi stanno particolarmente a cuore, cercando di situarle nella prospettiva del nuovo millennio”. Che poi è il nostro.

Due elementi in particolare ci hanno colpito e ispirato in questo lavoro: la prima è la domanda “che cosa ci portiamo nel prossimo millennio?”, la seconda è la qualità del pensiero che genera la scrittura di Calvino: non è lineare, ma procede per connessioni, a volte paradossali, senza necessariamente tirare conclusioni nette.

Crediamo che sia il momento di chiederci che cosa valga davvero salvare e di lasciarci andare all’idea di un pensiero non lineare ma rigoroso, che metta in moto la mente senza inseguire risposte certe.

L’esperienza

Le nostre proposte riguardano temi e idee che riteniamo valga la pena portare con noi. Sono momenti fuori dal tempo dell’ingranaggio, dedicati ad allargare lo sguardo ed espandere gli orizzonti, nutrire la mente con idee buone, positive, che rigenerano le energie e aprono nuove possibilità. Momenti di riflessione, in cui sperimentare dialogo e ascolto.

Attraverso il medium virtuale, usiamo la parola, ma anche il disegno, e perfino il corpo.

L’obiettivo è quello di sviluppare nuovi approcci mentali, perché tutto parte dalla consapevolezza sul nostro modello mentale e sulle nostre convinzioni. Solo così possiamo identificare i cambiamenti da attuare per essere più efficaci nella nuova realtà.

Coinvolgere. Co-creare. Crescere.

Le proposte si traducono in workshop:

  • Collettivi e aperti: rompono le barriere funzionali e gerarchiche. Chiunque voglia partecipare, può farlo, contribuendo con energia e idee.
  • Espandibili: intorno a una stessa idea possiamo progettare qualunque formato, dal webinar di mezz’ora per 300 persone per creare consapevolezza, al programma personalizzato per piccoli gruppi, per innescare cambiamenti tangibili.
  • Modulari: i temi sono complementari, sfruttabili singolarmente o liberamente abbinabili in percorsi armonici che possiamo costruire insieme. In ogni caso, l’impatto sui partecipanti è strutturale.

Vogliamo offrire l’opportunità di lasciar andare vecchi modelli mentali che ci ostacolano, per scoprire qualche risorsa che non sapevamo di avere.

I workshop